Dimensioni testo: A a

martedì 21 novembre 2017

Siete su: Home » Uffici » Polizia Locale » Come rinnovare la patente di guida

Come rinnovare la patente di guida


              Cambia  la procedura per il rinnovo della patente di guida

                         


              Rinnovare la patente auto adesso è più facile. Dal 9 gennaio 2014 è in vigore la nuova procedura voluta dal Governo per snellire la burocrazia ed allineare l'Italia all'Europa (entro 10 anni tutti gli automobilisti dovranno uniformarsi a questo unico modello con foto sempre aggiornata      e recente, nonostante      sia in bianco e nero). Gli automobilisti a cui ogni anno scade la patente sono più di quattro milioni, se anche voi siete tra questi ecco che cosa dovete fare:

      1) RECARSI DAL MEDICO
Il primo passo per rinnovare la patente è recarsi dal medico per la visita. I professionisti abilitati dal Codice della Strada ad effettuare il rinnovo della patente possono essere i medici delle Asl, del Ministero della Salute, della Polizia di Stato, dei Vigili del Fuoco; oppure quelli militari, delle Ferrovie dello Stato o del Ministero del lavoro. Il medico certifica l'idoneità al rinnovo e quindi invia l'informativa elettronica al CED della Motorizzazione attraverso il Portale dell'Automobilista. Contemporaneamente lo stesso medico stampa e consegna all'interessato una ricevuta con cui l'automobilista può circolare fino al ricevimento della nuova patente. Il giorno successivo la Motorizzazione dà corso alla stampa della nuova patente che verrà recapitata al titolare ovunque questi desideri riceverla. Questo significa che al dottore che stampa la richiesta si può dare qualunque indirizzo di recapito, anche diverso da quello di residenza o domicilio. Rinnovare la patente costa 25 euro, di cui 16 euro sono di imposta di bollo e 9 di diritti di Motorizzazione, da corrispondersi al momento della visita medica.
        
    2) ATTENDERE LA PATENTE
Una volta fatta la visita medica, all'automobilista non resta che aspettare di  ricevere la nuova patente presso l'indirizzo indicato. Il documento deve arrivare entro sette giorni con posta assicurata. Al momento del recapito occorre pagare l'importo di 6,86 euro, IVA inclusa. 

 3) IN CASO DI MANCATO RECAPITO
Se nessuno ritira la patente arrivata via posta, nei successivi dieci giorni verrà effettuato un secondo tentativo di recapito che potrà essere concordato tra il cittadino ed il recapitante attraverso un contatto telefonico. Ad ogni modo la procedura di recapito sarà completamente tracciabile c on informazioni disponibili 24 ore su 24 attraverso un servizio di assistenza telefonica con numero verde (800-232323).    

  A seconda dell'età e del tipo di patente la scadenza cambia, anche se fa fede la data di scadenza riportata sulla patente stessa.

Categoria A

  • per chi ha meno di 50 anni: 10 anni di validità
  • per chi ha tra 50 e 70 anni: 5 anni di validità
  • per chi ha oltre 70 anni: 3 anni di validità

Categoria B

  • per chi ha meno di 50 anni: 10 anni di validità
  • per chi ha tra 50 e 70 anni: 5 anni di validità
  • per chi ha oltre 70 anni: 3 anni di validità

Categoria C

  • per chi ha meno di 65 anni: 5 anni di validità
  • per chi ha oltre 65 anni: 2 anni di validità

Categoria D

  • per chi ha meno di 60 anni: 5 anni di validità
  • per chi ha oltre 60 anni: 1 anno di validità

Categoria E

La patente di categoria E (BE, CE, etc.) ha la stessa validità della patente a cui è associata.